Crea sito

Come risparmiare inchiostro stampante

Barattoli inchiostro

 

Come possiamo risparmiare toner della stampante?

Tutti, se abbiamo utilizzato almeno una stampante nella nostra vita, sappiamo che esistono varie scale di qualità di stampa.

I principali, nella maggiore dei casi sono: Bozza, Normale veloce, Normale, Alta.

Ma come ben sappiamo quando eseguiamo una stampa in modalità inferiori alla Normale abbiamo una drastica diminuzione della qualità della stampa.

Se stampiamo spesso documenti con grafici, oppure con fotografie e non solo fogli di testo la soluzione migliore che vorremmo ottenere è una stampa di buona qualità ma avere la possibilità di non consumare una quantità di inchiostro eccessiva.

Voi a questo punto vi chiederete: se stampo fotografie a qualità alta è ovvio che consumo molto più inchiostro che stampando in bozza!

Concordo con voi, ma se vi dicessi che la vostra stampante, in fase di stampa, spreca molto inchiostro inutilmente, facendovi consumare toner che potreste utilizzare per produrre più stampate?

Quale metodo viene utilizzato per risparmiare toner?

La spiegazione è molto semplice:

Ogni immagine che visualizziamo sul nostro monitor è composta da minuscoli quadratini chiamati pixel.

Questi come un mosaico vanno a comporre la nostra immagine; ma come ben sappiamo la stampante sul foglio di carta rilascia minuscole gocce di inchiostro e queste non hanno forma quadrata quindi per non lasciare spazi vuoti devono sovrapporsi l’una all’altra.

 

Inchiostro e pixel

 Nell’immagine possiamo vedere i quadrati grigi corrispondenti ai pixel e i cerchi arancioni che raffigurano le gocce d’inchiostro.

SOVRAPPOSIZIONEINCHIOSTRO

Subito salta all’occhio dove è presente lo spreco che sta proprio in quelle sovrapposizioni tra una goccia e l’altra.

Eliminazionesovrapposizioneinchiostro

Ciò che andrà fatto per risparmiare inchiostro è determinare quali gocce di inchiostro possiamo fare a meno per ottenere comunque una buona coprenza e un’ ottima qualità di stampa.

L’innovazione sta in un algoritmo che calcola quali gocce rimuovere senza avere una perdita visiva della qualità; cosa che con una semplice stampa bozza non avremo per il semplice motivo che le gocce che andremo ad imprimere su carta verranno eliminate in modo “retinato”.

Che software usare per risparmiare inchiostro?

In nostro aiuto vengono 2 software entrambi validi l’uno con più impostazioni mentre l’altro con una interfaccia più user-friendly.

I software di cui vi sto parlando sono:

Preton Saver 

Ha un interfaccia che permette di scegliere su cosa risparmiare più inchiostro permettendo una gestione più precisa delle nostre stampe.

Ink Saver

Software molto più semplice e di rapido utilizzo cui permette di avere un risparmio sulla estensione totale della pagina stampata.

 

Entrambi i software hanno un risparmio di inchiostro che varia dallo 0% (nessun risparmio) al 75% (risparmio di inchiostro molto elevato).

Io, personalmente consiglio per una stampa quotidiana casalinga 35% . Un buon compromesso tra qualità e risparmio per la stampa di testo e immagini.

Mentre, per stampe aziendali, consiglio di stare su 45% / 50% avendo per la maggiore testo e grafici.

 

Spero che questo articolo vi sia stato utile! Buone stampe a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.